ilnumero giudice MM900254494 
 Il Numero  Diritti del paziente  News

Milano - A Firenze, al congresso Attualità in Senologia, una decina di giorni fa si è parlato delle donne con carcinoma mammario. Secondo quanto riportato dalla responsabile dell'Oncologia geriatrica dell'Istituto dei tumori di Prato Laura Biganzoli, un test su 21 geni specifici del tumore piò aiutare a scegliere che tipo di cura intraprendere dopo aver identificato il profilo molecolare del cancro e può indicare quali donne sono potenzialmente più a rischio di ricaduta.

"Le esperienze internazionali hanno dimostrato che, dopo il test, in un caso su tre, il medico cambia idea sul trattamento e, per il 22 per cento delle donne esaminate, si decide di fare a meno della chemioterapia. Il test aiuta a essere il meno invasivi possibile, evitando cure pesanti a chi non ne ha bisogno, o non risponderebbe bene ai farmaci" ha dichiarato in un'intervista al settimanale Io donna la dottoressa Biganzoli. Il test che costa circa 3.500 euro è però totalmente a carico della paziente. "Si potrebbe ipotizzare un ticket di compartecipazione alla spesa, stabilendo anche linee guida per selezionare chi ne trarrebbe il maggior beneficio" ha dichiarato nella stessa intervista di Io donna Manuela Roncella, direttore della Senologia all’ospedale S. Chiara di Pisa. "Sottoporre alla chemioterapia solo le candidate ideali nel lungo periodo consentirebbe di risparmiare, senza contare i vantaggi per la qualità della vita delle donne".

La Voce, 22.02.2014

Categoria: News